Stone Age

04/02/2009

Ludoteca

Stone Age è un gioco di Michael Tummelhofer ambientato in epoca preistorica. Ogni giocatore deve far prosperare la propria tribù impiegando i propri uomini nella raccolta di cibo e materiali, nella costruzione di capanne ma anche nello sviluppo di utensili e di innovazioni. Lo scopo del gioco è quello di totalizzare più punti vittoria degli avversari.

Ognuno ha una tribù di cinque elementi. A turno, i giocatori piazzano uno o più segnalini nelle zone della plancia di gioco, che rappresentano le varie attività della tribù. Tali zone sono di tipi differenti:

  • Raccolta: piazzando i propri segnalini, i giocatori possono provare a ottenere cibo grazie alla caccia (necessario per la sopravvivenza della tribù) e le risorse legno, argilla, pietra e oro (necessarie per costruire capanne e acquisire miglioramenti, e quindi punti vittoria). A parte quella di caccia, le altre zone possono essere occupate al massimo da sette segnalini.
  • Speciali: i giocatori ottengono un miglioramento grazie allo sviluppo demografico (aumenta il numero di membri della tribù), dell’agricoltura (permette di non dipendere solo dalla caccia per il cibo), di utensili (aggiungono bonus ai tiri di dado),
  • Capanne e Commercio: sono le zone che permettono di ottenere punti vittoria, costruendo una delle capanne disponibili (e guadagnando immediatamente punti vittoria) o sfruttando una delle opzioni di commercio.

Terminato il piazzamento, i giocatori procedono all’attivazione delle zone occupate nell’ordine che preferiscono. Per le zone di raccolta si tira un dado per ogni segnalino presente, si somma il risultato e si aggiunge facoltativamente il bonus di un utensile attivo: il risultato viene diviso per il valore della risorsa (un numero crescente che parte dal cibo – valore 2 – fino all’oro – valore 6) e rappresenta il numero di risorse ottenute. Le zone speciali si attivano automaticamente, mentre per le capanne e il commercio ci si limita a pagare quanto indicato nel riquadro occupato dalla carta (da 1 a 4 risorse) o nella carta della capanna per ottenere il bene.

Le carte commercio hanno una peculiarità: sono idealmente divise in due parti. La prima parte indica i benefici immediati all’acquisto della carta (possono essere materiali, cibo, un tiro di dadi per l’ottenimento di risorse, ecc.), mentre la seconda parte indica benefici che porteranno punti vittoria aggiuntivi al termine della partita e può contenere un manufatto (flauto, statuetta, tavola, ecc.) o un personaggio (sciamano, costruttore, fabbro, agricoltore).

Successivamente, i giocatori “sfamano” i membri della propria tribù (un’unità di cibo per segnalino posseduto), utilizzando il cibo ottenuto cacciando e quello proveniente dallo sviluppo dell’agricoltura. Se il cibo a disposizione non basta, i giocatori barattano le risorse disponibili col cibo. Se anche questo non bastasse, il giocatore è penalizzato di dieci punti vittoria.

Il gioco termina in due casi:

  • immediatamente quando non ci sono più carte commercio per riempire gli spazi vuoti nel tabellone
  • a fine turno quando almeno uno degli spazi con le tessere capanna rimane vuoto

Terminato il gioco, ai punti ottenuti durante la partita si aggiungono:

  • 1 punto per ogni risorsa non utilizzata
  • il numero di manufatti diversi moltiplicato per sé stesso
  • il numero di fabbri moltiplicato per il valore totale dei propri utensili
  • il numero di sciamani moltiplicato per il numero dei membri della tribù
  • il numero di agricoltori moltiplicato per il valore dell’agricoltura
  • il numero dei costruttori moltiplicato per il numero di capanne costruite

Vince chi totalizza più punti vittoria.

, , , , , , ,

Segui questa notizia

Abbonati ai feed RSS per continuare a seguire loodica.net

Trackbacks/Pingbacks

  1. Loodica » Partita a Stone Age - 04/02/2009

    […] la serata è ideale per dedicarci a quei giochi da massimo quattro giocatori, come Royal Palace e Stone Age. Vince il […]

  2. Loodica » Partita a Stone Age - 08/02/2009

    […] il gioco della settimana: provato martedì con quattro giocatori e giovedì in due, Stone Age viene tirato fuori dallo scaffale anche di venerdì, per una partita a […]

  3. Loodica » Partita a Stone Age - 13/02/2009

    […] era quello ideale, un po’ perché è un gioco bello a vedersi, la scelta cade di nuovo su Stone Age. Il Massi è la new entry, che accetta di giocare nonostante la minacciosa presenza di […]

  4. Loodica » L’Età della Pietra al Poggetto - 11/07/2009

    […] E’ il giorno dell’inaugurazione della sede estiva dal Massi al Poggetto. Nonostante le defezioni di Alessia e dello Spine, il gruppo viene rimpolpato da Marina, che fa il suo esordio al tavolo e guadagna il diritto di scegliere: scartati Notre Dame e League of Six, sceglie decisa Stone Age. […]

  5. Loodica » Stone Age: il match di ritorno al Poggetto - 11/08/2009

    […] Stone Age ha lasciato il segno: non solo convince Marina dopo la prima partita, ma diventa la scusa per riprendersi da un sabato infernale nella fresca location estiva del Poggetto. Marina vuole la rivincita e non accetta nessuna proposta alternativa: Massi è quindi costretto ad accettare “i dadacci“. […]

  6. Loodica » Stone Age fa un’altra vittima - 11/08/2009

    […] e solo voluto giocare a Funny Friends, che annuncia a sorpresa la sua intenzione di giocare a Stone Age, perché Marina glielo ha consigliato. Ah, la potenza dei Gateway […]

  7. Loodica » Tre contro uno a Stone Age - 11/08/2009

    […] e Marina, ormai pasionarie di Stone Age, scoprono che è un gioco che purtroppo si può fare solo in quattro. Cavallerescamente Dando si fa […]

  8. Loodica » Partita con esordio a Notre Dame - 23/09/2009

    […] la presenza di Claudia e un totale di quattro giocatori, il gioco-feticcio Stone Age rimane chiuso nella scatola. Grazie a un’opera di convincimento neanche troppo insistente, […]

  9. Loodica » Spiel 2009, primo giorno di fiera a Essen - 26/10/2009

    […] amici: un salto alla postazione dello Spielbox per prendere l’espansione nuove capanne di Stone Age per Marina e […]

  10. Stone Age, la prima partita del decennio | Loodica - 16/02/2010

    […] Il numero perfetto (quattro giocatori) e l’occasione per provare l’espansione New Huts, acquistata ad Essen 2009, fanno sì che la prima partita del nuovo decennio sia con uno dei giochi più amati del 2009: Stone Age. […]

  11. Inaugurazione de I Pilastri della Terra | Loodica - 05/09/2012

    […] lotta per trovare un sostituto di Stone Age che piaccia a Marina, viene inaugurato I Pilastri della […]

  12. Inaugurazione dell’espansione di Stone Age | Loodica - 05/09/2012

    […] Lo Stile è l’obiettivo: comprata – e pagata più del gioco base! – a Essen, l’espansione con nome più brutto di sempre ha la chance di conquistare cinque tribù di cavernicoli in Stone Age. […]

  13. Un’altra partita a Stone age “con stile” | Loodica - 30/09/2012

    […] Spine e Cecilia non avevano mai provato l’ebbrezza di giocare a Stone Age con l’espansione: visti i cinque giocatori e questa loro curiosità, la proposta viene subito […]