Radar: Règents

14/10/2010

Radar

Régents è un gioco di piazzamento di Joël Boutteville ambientato nella Scozia del tredicesimo secolo. E’ illustrato da Stéphane Poinsot e pubblicato dalla Krok Nik Douil editions.

Di cosa parla

Dopo la morte prematura del Re Alessandro III di Scozia è necessario eleggere un reggente che governi fino al raggiungimento della maggiore età di Margaret, l’erede bambina al trono. I giocatori sono capi dei clan che aspirano alla carica di reggente.

Si tratta di un gioco di maggioranze, nel quale si deve accumulare influenza in cinque campi (militare, politico, religioso, economico e commerciale) negli otto turni a disposizione.  Oltre alle consuete azioni di piazzamento/spostamento, è possibile accusare uno degli avversari di manovre occulte cercando di svelare il clan di appartenenza dell’avversario.

Perché vale la pena comprarlo

Perché alle consuete meccaniche di maggioranze/piazzamento, l’azione di accusa aggiunge una variante investigativa al genere. E la grafica è davvero notevole.

Perché non vale la pena comprarlo

Perché, eccettuata l’accusa, sembra uno dei mille giochi di piazzamento già in giro. E perché a Essen saranno presenti solo un paio di prototipi (la produzione inizierà a fine mese).

Quanto costa

36,00€ (si può preordinare allo Spiel a 28,oo€ – sarà in consegna a dicembre)

Dove trovare qualche informazione in più

(Pre)giudizio

Da provare

Com’è andata a finire

Uscito dal Radar.

(Image reproduced is copyright Krok Nik Douil editions)

, , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.