Agosto al Fresco

16/08/2011

Sessioni


Quale miglior giorno se non quello dopo Ferragosto, con 38 gradi, per giocare a Fresco? La proposta viene inspiegabilmente accettata dai pochi presenti (e pensare che il gioco era stato nominato solo per ridere). Si giocherà con le espansioni Ritratti e Incarichi del Vescovo.

La partita inizia bene per Luca e Alessia, che restaurano quelle zone di affresco con pochi colori, staccandosi dal Paga e Dando. Dando preferisce occuparsi delle zone con colori secondari, che acquista al mercato. Il Paga scopre l’importanza di svegliarsi presto al secondo turno, quando fa il doppio dei suoi punti acquistando i giusti colori e terminando due tessere.

Terminate le tessere affresco facili da completare, Luca diventa un miscelatore di colori: quando si sveglia tardi acquista grandi quantità di colori primari, che diventano arancioni, verdi e viola nel turno successivo. E’ difficile da bloccare perché ha molte soluzioni. Ne ha meno Dando, ma grazie a una carta ritratto può spostare il vescovo sopra i suoi restauri, tamponando lo scompenso di punti.

Verso la fine Alessia prova la fuga con una doppietta in cappella e col primo sigillo viola del Vescovo. Purtroppo ha il fiato corto, e la sfortuna di non far terminare la partita a quel turno. Nel turno successivo viene superata dal Paga, da Luca e da Dando, che con un’ultimo sigillo (quello dei soldi) supera Luca di un paio di punti e vince.

Classifica

  1. Dando 92
  2. Luca 96
  3. Paga 86
  4. Alessia 85


, , , , , ,

I commenti sono chiusi.