Horse Fever all’ippodromo di Firenze

10/11/2009

Sessioni

horse-fever-carte

Dopo l’inaugurazione romana, Horse Fever meritava una nuova partita anche nelle terre toscane. Alla notizia della corsa, Claudia annuncia entusiasta la sua adesione.

Sarà una sfida su cinque corse. Dando si aggiudica un vincente alla prima corsa, poi decide di andare sui piazzati. Condurrà la partita quasi fino alla fine. Alessia si dedica agli obiettivi e agli aiutanti. Massi, proprietario di scuderie, finanzia le sue scommesse con le vittorie dei propri cavalli. Luca fa una gara in crescendo: parte piano e inizia ad accumulare carte, che piazzerà nelle ultime due corse.

L’ultima corsa è decisiva. Dando conduce seguito da Alessia e Luca, ma anche Massi e Claudia sono lì. Tutti truccano la gara con un sacco di roba: dopo un paio di giri non si capisce più chi ha truccato cosa. Dando gioca la sua ultima carta (che fa guadagnare un punto vittoria addizionale in caso di vittoria) sul cavallo meno carico di carte. Luca ci scarica un paio di carte, allontanando tutti dalla scommessa. Poi, a sorpresa, piazza il segnalino vincente sullo stesso cavallo di Dando. Grande mossa: le carte che tutti credevano negative sono invece favorevoli. Il cavallo, sulla carta un ronzino, sfreccia come un  missile mentre gli altri, carichi di malus, arrancano. Vince l’ultima corsa Luca, che azzecca anche un piazzato.

Con la carta gentilmente offerta da Dando, Luca spazzola ben cinque punti e si porta in testa. Non basta l’ultima asta al rialzo per un punto vittoria (che si aggiudica Massi su Claudia) e i due obiettivi realizzati da Dando e Alessia: Luca vince con distacco!

Classifica:

  1. Luca 15 punti
  2. Alessia 13 punti
  3. Dando 12 punti
  4. Massi 11 punti
  5. Claudia 10 punti


, , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.