Inaugurazione di Pandemic

19/01/2010

Sessioni

Sfidando la storica avversione ai cooperativi, Dando propone Pandemic (arrivato neanche quattro ore prima da giochinscatola.it): riesce miracolosamente nell’intento facendo leva sull’estrema semplicità del gioco, sulla sua brevissima durata e sulla temporanea fissazione del Paga riguardo alle malattie disgustose. La partita viene giocata utilizzando, come consigliato, quattro carte Epidemia anziché sei, per consentire ai giocatori di prendere dimestichezza col gioco (e a Dando di capirne meglio le regole, lette in fretta e in furia).

All’inizio del gioco fa paura più che altro la SARS (rosso), che ha investito pesantemente il sud-est asiatico. Desta meno preoccupazione l’AIDS (giallo), ma è già diffusa in due continenti. L’influenza A (blu) è scarsamente presente in Europa mentre l’Ebola (nero) non si è ancora manifestata.

Il Paga (Ricercatore), non avendo conoscenze da trasmettere ai compagni ad Atlanta, decide di trasferirsi in Giappone e trattare il primo focolaio infettivo di SARS. Lo aiuterà Luca (Scienziato). Dando (Logistico) sposta Alessia verso la costa est degli Stati Uniti. Alessia (Specialista nelle Operazioni), grazie al passaggio offerto da Dando, arriva a Hong Kong, tratta la malattia e piazza subito un Centro di Ricerca.

Nel frattempo l’AIDS prende piede in buona parte dell’America del Sud, l’Ebola si manifesta in Russia e l’influenza A fa capolino in USA. Luca annuncia di essere vicino alla cura per l’H1N1. Con l’Aiuto del Paga riesce ad avere le informazioni necessarie alla creazione del vaccino e presenta ad Atlanta i risultati della ricerca. Sarà Dando, a Madrid, a debellare la malattia.

Ma l’influenza A era la preoccupazione minore: un focolaio di Ebola scoppia in India e si diffonde in tutto il sud dell’Asia. Per fortuna Alessia e il Paga sono da quelle parti e riescono a contenerla. Luca, impegnato a tenere sotto controllo la SARS a Sydney, è vicino alla cura e, grazie al nuovo centro di ricerca installato da Alessia nelle vicinanze, riesce a creare il vaccino in tempi brevi. Alessia debellerà l’ultimo focolaio della malattia in Russia.

Le cose precipitano in Asia. Un focolaio di SARS scoppia a Manila e si diffonde nelle zone circostanti. Non ci sono più cubetti da piazzare: basta un solo focolaio in più per perdere la partita: Dando approfitta di un volo diretto offerto da Luca per recarsi sul posto, arginare il contagio e guadagnare tempo. Intanto in Africa l’AIDS è sopra i livelli di guardia in quasi tutte le città: Alessia piazza un centro di ricerca a Istanbul e consente al Paga di accedere in Africa in tempi brevi. Con Luca argina la malattia per poi spostarsi a Buenos Aires, dove l’AIDS sta crescendo.

Adesso tutto sembra andare per il verso giusto: Dando trova la cura per la SARS e, con Alessia, si dedica alla distribuzione dei vaccini in Cina e Giappone. AIDS e SARS sembrano non più arginabili, ma grazie al Paga, che contiene efficacemente l’AIDS in sudamerica, Luca ha il tempo per trovare la cura e presentare i risultati a Lagos. Chiudendo il gioco con una vittoria del gruppo.

  • Vince il gruppo


, , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.