Inaugurazione di Troyes

29/03/2011

Sessioni

Avevamo perso le speranze di aprire la scatola di Troyes a casa, dopo la prima partita allo Spiel, allo stand della Pearl Games. Era una serata a lungo attesa, ma dovevamo essere in quattro per inaugurare questo bel gioco, e ultimamente capitava poco: una volta d’accordo sulla pronuncia da utilizzare (Troì, Truà, Tròies, Trouì), il più era fatto.

In una partita snella – per essere quella di esordio – ognuno si comporta egregiamente. Luca basa la sua strategia sulle zone vescovili e sullo sfruttamento di una carta bianca che fa uso della cattedrale (alla fine della partita avrà piazzato ben otto cubetti). Dando si dedica alle invasioni estrerne e colleziona un bel sacco pieno di deniers. Alessia rimane ben presto senza dadi, ma si consola acquistandoli dagli altri. Peter adotta una strategia versatile e piazza uomini nelle zone degli artigiani e in quelle dei preti.

Alla fine del gioco, E’ Luca quello che ha fatto più punti, benché abbia pochi uomini sul tabellone. Per mettere la parola fine sulla partita, si concede un bottino pieno anche riscuotendo ben 19 punti dalle carte obiettivo. Stravince la partita e lascia il secondo a sette punti.

Classifica

  1. Luca 47 punti (25+3+19)
  2. Dando 40 punti (19+8+13)
  3. Alessia 37 punti (15+12+10)
  4. Peter 34 punti (17+10+7)

Tra parentesi, in ordine, i punti realizzati durante la partita, con i propri uomini sulle carte attività, con gli obiettivi

, , , , , , ,

Trackbacks/Pingbacks

  1. Inaugurazione di Troyes - Loodica - Webpedia - 01/04/2011

    […] Avevamo perso le speranze di aprire la scatola di Troyes a casa, dopo la prima partita allo Spiel, allo stand della Pearl Games. Era una serata a lungo attesa, ma dovevamo essere in quattro per inaugurare questo bel gioco, e ultimamente capitava poco: una volta d’accordo sulla pronuncia da utilizzare (Troì, Truà, Tròies, Trouì), il più era fatto. In una partita snella – per essere quella di esordio – ognuno si comporta egregiamente. Luca basa la sua strategia sulle zone vescovili e sullo sfruttamento di una carta bianca che fa uso della cattedrale (alla fine della partita avrà piazzato ben otto cubetti). […] Leggi l'articolo completo su Loodica […]