Partita a Power Grid – Mappa Benelux

power-grid-benelux-nijmegen

Lo Spine, evangelista del gioco da tavolo, converte Cecilia e la porta a giocare. Scegliere il gioco che sancirà il suo battesimo del fuoco è semplice (Power Grid, ovviamente). Meno facile è convincere tutti che non è ancora possibile giocare con le nuove mappe Penisola iberica/Brasile, perché le regole non si trovano in inglese! Vince il Benelux (con Flux Generator e Umspannwerk).

Cecilia si piazza al centro della mappa, ma viene circondata a nord dallo Spine, a sud da David (che parte da Liegi, in onore al luogo del suo Erasmus) e ad est da Alessia. Dando e Massi, ultimi a piazzare, si dividono le briciole a est.

La partita scorre lentamente: centrali poco interessanti e un certo imbottigliamento fanno tardare l’inizio della fase 2. Quando arriva, Cecilia recuperare il tempo perduto e si rifà sotto, Massi scatta in avanti in attesa di una buona centrale e Alessia si tiene a distanza. lo Spine, espansosi a nord, rischia di rimanere imbottigliato. Dando approfitta di spazi liberi per espandersi in più direzioni.

Verso la fine c’è un nuovo stallo: tutti hanno centrali poco efficienti, e il mercato offre centrali peggiori di quelle che i giocatori hanno in mano. L’occasione arriva quando una centrale decente fa capolino: se la aggiudica Alessia a carissimo prezzo, ma ciò le consente un blitz che le fa chiudere la partita con un margine pazzesco: quattro città. Gli altri rimangono con un palmo di naso e un sacco di soldi in mano.

Classifica:

  1. Alessia 14 città
  2. David 10 città (100 Elektro)
  3. Massi 10 città (96 Elektro)
  4. Dando 9 città (95 Elektro)
  5. Cecilia 9 città (27 Elektro)
  6. Spine 8 città


, , , , , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.