Partita a Stone Age sul filo di lana

20/02/2010

Sessioni

Marco torna al tavolo dopo un sacco di tempo. In quattro, con l’aggiunta della mini espansione New Huts, Stone Age è perfetto.

Alessia imposta la sua partita, come suo solito, investendo risorse sugli agricoltori e sulla tribù. Dando pensa alle capanne  agli attrezzi. Il Paga si dedica all’incremento della sua popolazione e alle carte Civiltà mentre Marco raccoglie da subito punti preziosi costruendo capanne.

Dando continua la partita dedicandosi alle capanne, anche perché ha trovato molte carte carpentiere. Si aggiudica anche alcune capanne speciali (quelle che gli garantiscono una rendita in risorse), e quando può accumula attrezzi evitando l’agricoltura e la riproduzione. Marco riesce ad aggiudicarsi le rare carte sciamano e si getta nell’impresa di incrementare i propri familiari. Il Paga accusa un certo ritardo e si dispera perché non trova buone carte moltiplicatore. Alessia ha una buona classifica e, grazie ad agricoltura e carte contadini può smettere di cacciare e può già contare su un buon bonus finale.

La partita termina senza che siano usciti altri sciamani. Sono poche anche le carte attrezzi, punteggio su cui Dando contava per rimpinguare il bottino finale. Sarà fatale: Marco chiude in testa la partita prima del calcolo dei bonus, ma viene superato da Dando e Alessia, che vince con un solo punto di distacco!

Classifica:

  1. Alessia 116 (68+3+0+0+36+9)
  2. Dando 115 (69+16+30+0+0+0)
  3. Marco 106 (74+5+5+18+0+4)
  4. Paga 88 (53+0+6+0+4+25)

(tra parentesi, in ordine, i punti totalizzati durante il gioco, con gli artigiani, carpentieri, sciamani, contadini, carte civiltà)

, , , , , , ,

I commenti sono chiusi.