Partita con esordio a Notre Dame

23/09/2009

Sessioni

Nonostante la presenza di Claudia e un totale di quattro giocatori, il gioco-feticcio Stone Age rimane chiuso nella scatola. Grazie a un’opera di convincimento neanche troppo insistente, Claudia accetta di dare una chance a Notre Dame, attirata da promesse (poi mantenute) di semplicità e di breve durata del gioco.

Durante la prima parte del gioco, Dando si trova a giocare doppioni: la carta che sceglie di tenere in mano si rivela anche quella che gli capita dagli altri. Claudia evita ospedale e giardino, dedicandosi a risorse e soldi. Massi riesce a ottenere quasi subito i bonus legati al giardino e inizia a macinare punti vittoria. Alessia si dedica ai cubetti influenza e a prepararsi alla peste.

Nella seconda parte del gioco, Alessia ottiene il bonus dei giardini e, con l’epidemia sotto controllo, si dedica ai punti vittoria, non disdegnando visite “danarose” a Notre Dame. Massi ha una battuta d’arresto nello sviluppo della città: deve dedicarsi al risanamento perché le ultime due epidemie sono state molto pesanti, e la peste è in agguato. Claudia, sopo aver rischiato la peste, opera un risanamento agendo sul giardino (ottenendo anche il bonus collegato) e sull’ospedale, dando fondo a tutti i cubetti della sua riserva personale. Dando, che ha ottenuto il suo bonus giardino troppo tardi, cerca di rimediare anche grazie al Re dei mendicanti, col quale ottiene dieci punti grazie alle ottime condizioni del suo quartiere.

Nell’ultima parte del gioco, Alessia elargisce scarti tremendi a Claudia (e a Dando) e macina punti prestigio incalzando il Massi, il quale risponde calando letteralmente il suo tris di punti prestigio, col quale affolla il palazzo corrispondente lasciando presagire uno scatto finale. Claudia visita Notre Dame, fa il suo ultimo giro con la carrozza e cerca di smobilitare la sua influenza dall’ospedale, visto che il suo quartiere è ormai il più sano del tavolo. Dando fa di necessità virtù, e fa tre visite a Notre Dame, ma rimane senza soldi e senza cubetti influenza. A fine turno, Massi dà una zampata finale piazzando il Fiduciario nell’edificio dei punti vittoria (già pieno di cubetti influenza). Ribadirà questa mossa utilizzando il giocoliere nella fase dei personaggi.

Calcolati gli effetti dell’ultima epidemia e assegnati i punti per Notre Dame, si passa al calcolo finale. Grazie alle ultime mosse, Massi vince con un discreto margine sugli inseguitori. Alessia e Dando chiudono appaiati, ma Dando non ha ne’ soldi ne’ influenza, mentre Alessia è molto ricca e con qualche cubetto in più): Alessia è quindi seconda, Dando terzo. Claudia chiude il gruppo, ma per essere la prima partita gioca bene, non avendo mai subìto la peste e tenendosi a poca distanza dagli altri.

Classifica:

  1. Massi 74 punti prestigio
  2. Alessia 65 punti prestigio (con 12 cubetti/soldi)
  3. Dando 65 punti prestigio (con 0 cubetti/soldi)
  4. Claudia 50 punti prestigio


, , , , , , ,

I commenti sono chiusi.