Partita romana a Power Grid

powergridscheda

Dopo Mégawatts, seconda partita a Power Grid a Roma. Con Dando nel ruolo di banchiere, gli altri si sfidano con la sempreverde mappa della Germania, il Mazzo Centrali (variante centrali +) e il Flux Generator.

Daniele e Sara fanno tesoro della strategia “parti ultimo, muovi per primo”, e si aggiudicano la centrale di valore più basso. Arianna si prende una centrale ibrida molto dispendiosa, ma che le consente di illuminare da subito due città. Attilio fa la stessa cosa, ma con il petrolio. Il Paga parte appena dopo Daniele e Sara, con una centrale da 1 a petrolio. Giordano si aggiudica la centrale a rifiuti, diventando monopolista e Alessia riesce a prendersi la prima centrale eolica.

Daniele e Sara partono dalla Germania Centrale e si espandono in tutte le direzioni. Il Paga si prende la Ruhr e sfrutta i bassi costi di connessione per prendere tre città. Arianna sceglie il Nord del paese, chiudendo per se’ la zona al confine con la Danimarca. Giordano decide di partire dalla Germania dell’Est, con alti costi di connessione ma relativamente lontano dagli altri. Attilio blinda il sud del paese, chiudendo la Baviera e il Baden-Wurttemberg. Alessia, ultima a piazzare, sceglie il nord-ovest: romperà le scatole al Paga e ad Arianna.

L’asta per le centrali è molto particolare. Il mercato offre già nei primi turni solo grosse centrali: comprare subito però rischia di bloccare l’espansione. Rompe gli indugi Attilio che si aggiudica un’ottima centrale a petrolio da 6. Alessia è costretta a usare il nucleare, che è ancora troppo poco conveniente, mentre Daniele e Sara giocano su tre piccole centrali a carbone, petrolio e ibrida: grazie a questa strategia, saranno sempre nelle ultime posizioni, pronti a comprare materiali a poco prezzo e ad espandersi per primi.

Intanto il Paga è in difficoltà: chiuso dagli altri, è costretto a saltare molte città in attesa di uno step 2 che non arriva. Arianna e Attilio, la prima con una vecchia centrale molto dispendiosa e il secondo con due centrali a petrolio, stanno dissanguando il mercato. Alessia si tiene a galla con due vicini che sgomitano. Giordano, Attilio e Daniele e Sara sembrano meno sotto pressione: il primo è monopolista dei rifiuti, possiede il nucleare che ha raggiunto prezzi
molto bassi e ha il Flux Generator, che gli permette di acquistare le risorse più a buon mercato. Può quindi condurre la classifica senza particolari problemi. Il secondo ha integrato la sua dotazione col nucleare e si espande nel sud della Germania senza concorrenza. I terzi amministrano bene le centrali e a piccoli passi si espandono senza scossoni.

Alla fine arriva lo step 3: l’unico che può permettersi di non partecipare all’asta è Giordano, che illumina 17 città (ne bastano 15 per far finire il gioco). Gli altri devono comprare. Confidando nelle poche risorse economiche di Giordano, solo alcuni comprano una nuova centrale. Ma ecco la sorpresa: nel turno del Paga, Giordano fa la sua mossa e chiude il gioco connettendo quattro città. Prima di esultare, il Paga fa presente che non ha ancora piazzato le sue casette, per cui la vittoria è rimandata. Il Paga, istigato vergognosamente dagli altri, espande la propria rete ostacolando deliberatamente Giordano (ma poi confessa che, se il turno fosse andato avanti correttamente, non avrebbe fatto
questa mossa). Questa mossa lo taglia però fuori dai giochi: svenandosi per impedire la vittoria a Giordano, il Paga non riuscirà ad avere risorse economiche per l’ultimo balzo.

Privato poco eticamente della vittoria, Giordano è costretto a fronteggiare gli avversari per un ultimo turno: se prima non aveva rivali (poteva infatti illuminare di gran lunga più città di tutti), con un’altra asta anche gli altri possono competere. Attilio, Alessia e Daniele e Sara tornano competitivi, mentre il Paga e Arianna lasciano intendere che giocheranno per il piazzamento. Arianna raggiunge le 15 città e decreta la fine del gioco, ma prima il Paga, poi Alessia con Daniele e Sara la superano. Attilio, che ha amministrato bene le centrali, con il suo ultimo acquisto raggiunge 17 città. Ma acquistare una centrale adesso toglie fondi preziosi all’espansione: Giordano, che non ha dovuto tornare sul mercato, raggiunge Attilio con facilità e vince perché ha più soldi. San Giovanni non vuole inganni!

Classifica:

  1. Giordano 17 città (27 Elektro)
  2. Attilio 17 città (7 Elektro)
  3. Daniele + Sara 16 città (31 Elektro)
  4. Alessia 16 città (23 Elektro)
  5. Paga 16 città (20 Elektro)
  6. Arianna 15 città


,

I commenti sono chiusi.