Power Grid – Corea (senza Seul)

powergridcoreamap

Nella sessione precedente, Funny Friends l’aveva sostituito all’ultimo momento. Viene così organizzata una sessione riparatoria di Power Grid, mappa Corea e Flux Generator. Alessia torna a giocare al Capolavoro dopo una lunga pausa.

Viene esclusa la zona di Seul, e questo divide la mappa in due tronconi uniti da una stretta striscia di terra. Massi prende la centrale più piccola e piazza per primo: lo farà nel sud-est del Paese, ricco di collegamenti mediamente costosi. Lo Spine parte dalla costa est, poco sopra Massi. Alessia si incunea tra i due, nella parte centrale. Dando sceglie la solitaria zona ovest. Il Paga, ultimo, opta per non espandersi subito (lo farà successivamente nella parte sud-ovest del paese).

La situazione è insolita: quattro giocatori si scannano per le stesse città mentre uno è fuori dalla bagarre e non ha grossi problemi di espansione nel breve termine (ma di fatto abbandona l’idea di arrivare a sud).

L’asta centrali è molto sbilanciata. Per un caso fortuito, una grossa eolica è disponibile già nel secondo turno: se la accaparra Dando, che sarà indipendente dalle risorse e potrà guidare la classifica senza affanni.

Il Paga si espande verso-sud ovest, mantenendosi aperte molte alternative. Massi chiude il sud-est e cerca di salire a nord, Alessia sgomita nel mezzo dando noia a tutti, togliendo città ai vicini e attraversando la zona di Seul per prendere una città a Dando. Lo Spine lavora verso sud nel tentativo di non chiudersi alle convenienti zone della costa, ma in questo modo consente a Dando di espandersi a sorpresa ad Est, chiudendo la Corea del Nord per tutto lo step 1.

Durante lo step 2, il mercato continua a proporre pochissime centrali interessanti. Dando, in cerca di una terza centrale, si accaparra quella nucleare – ormai l’uranio non costa più nulla – dopo una sanguinosa asta col Massi (la pagherà il 40% in più del prezzo base). Il Massi si butta sul Petrolio e sui rifiuti, ma lo fa anche Alessia: si scanneranno sui materiali fino alla fine. Il Paga ottiene una buona centrale ibrida, che affianca a un’altra a carbone.

Poco dopo il Paga acquista un termovalorizzatore: adesso può illuminare 15 città e non ha più necessità di tornare sul mercato. Dato che quelle risorse scarseggiano, acquista tre fusti di rifiuti ma saggiamente non li utilizza. Dando, a corto di centrali (può illuminare solo nove città), decide comunque di convertire una vecchia centrale a petrolio in ecologica, guadagnando una sola città in più. Occupa comunque tutta la parte nord, fermandosi a 13 città. Non può illuminarle tutte, ma la leadership non gli costa molto in termini di risorse. Adesso quasi tutte le città sono occupate.

Il turno successivo Dando cerca di farsi sotto accaparrandosi una centrale a petrolio da 6. Non raggiunge la potenza del Paga ma fa scattare lo step 3. Tutti gli altri si rinforzano come possono (Massi col nucleare, Alessia e lo Spine con il carbone) arrivando a una potenza teorica di 15 città.

Potrebbe essere l’ultimo giro: per sperare in una vittoria, Alessia, il Massi e lo Spine hanno bisogno di un altro turno (hanno troppe poche città). Il Paga ha la potenza per vincere, ma sembra non farcela ad espandersi di cinque città. Dando può illuminare solo 14 città: deve sperare che il Paga non chiuda il gioco subito.

Il Massi si espande come può, ma arriva a 12 città. Alessia chiude a 11 occupando la conveniente zona di partenza di Dando. Lo Spine intavola col Paga una manfrina per non far chiudere subito il gioco a Dando, ma dopo qualche indecisione il Paga decide di piazzarsi in quattro città economicamente più convenienti, senza chiudere la partita. Tocca allo Spine, che aveva deciso di privilegiare l’espansione tenendo spenta una centrale: arriva a 12 città ma questo turno ne illuminerà solo 11.

L’ultima mossa spetta a Dando, che ha condotto la gara dall’inizio: ha i soldi per chiudere la partita a 15 città, ma non le illuminerà tutte. Se chiude subito, si gioca il primo posto col Paga. Se non lo fa, nel turno successivo tutti i giocatori tornerebbero in gara. Decide per la prima strategia: connette 15 città e rimane con 14 Elektro, sufficienti per vincere davanti al Paga, rimasto con 1 solo Elektro.

Classifica:

  1. Dando 14 città (14 Elektro)
  2. Paga 14 città (1 Elektro)
  3. Massi 12 città
  4. Alessia 11 città (15 Elektro)
  5. Spine 11 città (6 Elektro)


,

Trackbacks/Pingbacks

  1. Loodica » Power Grid: fini strateghi in terra francese - 08/04/2009

    […] partecipanti all’ultima sfida vogliono la rivincita per la sconfitta coreana. Dando la concede: sarà un Power Grid con Flux […]