Power grid: ritorno in Benelux

02/11/2010

Sessioni

Era un bel po’ di tempo che la scatola di Power Grid rimaneva sullo scaffale. L’impulso lo dà Duccio, che vuole provarlo in sei. Per rendere più breve la partita (e utilizzare tutte le zone della mappa) viene scelto il Benelux. Ci sarà anche l’inaugurazione della Warehouse/Lagerhalle, nuova carta promo presa poche settimane prima allo Spiel 2010 (e autografata da Maura Kaluski!).

Dando e Massi, incredibilmente, si accaparrano le centrali più piccole e piazzano per primi. Il primo lo fa in mezzo all’Olanda, il secondo in Belgio. Luca si piazza accanto a Dando, Peter a est, Alessia partirà dal centro e Duccio nel Belgio del sud.

Quasi tutte le carte promo escono presto: le carte che modificano il mercato escono quasi subito, vanificando ogni possibile sorpresa nel gioco. Anche il magazzino esce presto (se lo accaparra Massi, che piazzando subito tre barili di petrolio drogherà il suo prezzo per quasi tutta la partita). Peter invece compra a prezzi stracciati l’Umspannwerk, ma è costretto ad attaccarlo alla sua prima e unica centrale.

Dando è baciato dalla fortuna. Acquista una centrale da 5 appena prima che centrali più scarse invadano il mercato. Questo gli fa avere rendite migliori a parità di città. Quando gli altri si riorganizzano, si accaparra una buona centrale eolica e poi una a rifiuti (con le risorse a prezzi stracciati). A due-tre turni dalla fine può ritirarsi dalle aste.

Nel frattempo Luca si aggiudica il Flux Generator e Alessia evita di murarsi viva espandendosi a raggiera. Duccio paga un po’ il suo ricorso alle aste per centrali molto esigenti in fatto di risorse. Massi ha avuto sfortuna con le aste, e si ritrova con centrali a bassa potenza.

Arriva lo step 3. Dando è messo meglio finanziariamente (è primo e ha fatto scorta di materiali il turno precedente) ma illuminerà al massimo 14 città: se non riuscirà a chiudere subito, dovrà tornare sul mercato e rigiocarsela con tutti. Tutti gli altri adesso sono equipaggiati per superarlo, ma a occhio e croce nessuno può farlo nel turno corrente (l’asta è stata sanguinaria). Fortunatamente per Dando, nessuno chiude la partita e, sebbene gli altri si siano organizzati per rendere l’espansione difficile e costosa, ha i soldi sufficienti a collegare la sua quattordicesima città e a vincere la partita.

Classifica

  1. Dando 14 città
  2. Peter 12 città (27 Elektro)
  3. Luca 12 città (3 Elektro)
  4. Alessia 11 città
  5. Duccio 10 città (15 Elektro)
  6. Massi 10 città (3 Elektro)


, , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.