Seconda partita a Dungeon Lords

09/01/2010

Sessioni

Giocare a Dungeon Lords in due non è il massimo della vita. Lo Spine, affamato di giochi, accetta di provare il nuovo titolo di Vlaada Chvatil con l’entusiasmo di chi, forse, ha giocato a Dungeon Keeper nel secolo scorso. Inizia così la seconda partita a Dungeon Lords, stavolta con un solo dummy player.

Dando parte male: una combinazione sfortunata di carte fa sì che si ritrovi il più cattivo del gruppo e senza troppe risorse cui fare affidamento. Spine e Alessia invece vanno come razzi. Mostri, oro, stanze e corrridoi: con i loro Imp Alessia crea trappole, lo Spine cibo. Non avranno praticamente bisogno di quelle risorse per tutta la partita.

La più buona a fine anno sarà Alessia, che smarca i suoi eroi all’ingresso. Lo Spine si è svenato per assumere mostri, che fanno il loro dovere egregiamente. Dando se la cava con un paio di tessere conquistate.

Nel secondo anno Alessia costruisce una stanza dei combattimenti, mentre lo Spine una stanza che gli farà guadagnare punti. Dando si accaparra un Golem per rimpolpare la sua dotazione di mostri, e costruisce qualche corridoio per non rimanere senza tessere a fine anno. Adesso il più cattivo è lo Spine, ma riesce a non svegliare il Paladino.

Dando ha più fortuna di tutti: gli incantesimi sono terribili, ma nel gruppo diretto al suo dungeon non ci sono maghi. Alessia portare verso la stanza dei combattimenti il suo gruppo. Lì avrà la peggio, tra trappole e imboscata di mostri. Lo Spine perde due tessere ma se la cava bene.

A parte Dando, fuori gara, la vittoria è un testa a testa tra Alessia e lo Spine. La prima termina in vantaggio, ma lo Spine guadagna più titoli onorifici e si aggiudica la vittoria con uno scatto sul finale.

Classifica:

  1. Spine 26
  2. Alessia 19
  3. Dando 9


, , , , ,

I commenti sono chiusi.